Homepage Armatori Italiano English Française
Italian Maritime Academy (IMA) ed Italian Maritime Academy Technologies (IMAT)
Picciotto
Cultura Navale
Collegio Nazionale Capitani Lungo Corso e Macchina
Daniele Alletto
Maxi-web.it
Air Naval
navichepassione
Torre d'aMare
ATENA
Adriatica di navigazione S.p.a.
Storia dal 1946 al 1974


Al termine del conflitto, le due unità superstiti P.fo “Abbazia” e “Campidoglio” vennero usati in regime di requisizione e dal luglio 1946 noleggiati alla Tirrenia di Navigazione di Napoli per i collegamenti con la Sardegna. La T/n “Gerusalemme”, dopo aver espletato servizio per gli Alleati come nave ospedale, alla sua restituzione venne noleggiata alla Società Italia di Genova per le linee Sudamericane. Nel settembre 1946 fu consegnata dai Cantieri Breda di Venezia il P.fo “Loredan” di costruzione bellica che partì da Genova il 17 settembre 1946 in viaggio inaugurale sulla linea della Siria. Nel dicembre 1946 venne presa in consegna la M/n “Giosuè Borsi”, noleggiata dalla Tirrenia di Napoli dopo essere stata adattata al trasporto passeggeri, con la quale il 17 gennaio 1947 fu riaperto il servizio passeggeri-merci dapprima da Genova per Alessandria d’Egitto e poi esteso ad Haifa e Beirut con l’entrata in linea del P.fo “Argentina” della Tirrenia il 9 agosto 1947, alla fine del servizio con gli alleati. Nel febbraio 1947 al Muggiano venne consegnata un’altra costruzione bellica, la T/n “Chioggia”, che entrò in servizio da Genova per il Levante, permettendo il trasferimento del “Loredan” all’Adriatico e rese possibile rendere le unità noleggiate più vetuste.
Dall’Adriatico : “Loredan”, “Maria Teresa”, “ Spes”
Dal Tirreno : “Chioggia”, “ Federico C”, “ Tito Campanella”, “Caterina Madre” e “Torres”
Il 2 febbraio 1947 venne assegnato all’Adriatica il P.fo tipo Liberty “Assiria”(ex ”Julius Rosenwold”) di 7151 tsl, anno 1943, impiegato nel trasporto di rifornimenti dagli USA e consegnato all’Adriatica nel novembre 1947; essendo risultato inadatto al servizio Mediterraneo, venne noleggiato al Lloyd Triestino di Trieste. Venne ripristinato il P.fo “Diana” che, silurato al largo di Pola nel maggio 1943, era stato rimorchiato a Trieste e immesso in bacino, dove per allagamento del bacino stesso nel corso di bombardamenti aerei si era rovesciato su un fianco. Recuperato e rinnovato il “Diana” nell’ottobre 1947 riaprì la linea mista passeggeri-merci Trieste - Alessandria d’Egitto – Beirut. Venne ricuperata la “Filippo Grimani”, affondata il 28 maggio 1944 in porto a Genova e ricostruita presso la OARN, riconsegnata nell’agosto 1948 per riattivare la linea Genova – Napoli – Catania –Pireo – Limassol – Haifa e Larnaca. Nel corso del 1948 la “Chioggia” venne noleggiata al Lloyd Triestino di Trieste e restituiti i due P.fi “Argentina” e “Abbazia”, dalla Tirrenia di Napoli, che dopo lavori di riclassifica presso lo Arsenale Triestino entrarono in linea il primo sulla linea mista Adriatico – Egitto – Siria - Istanbul il 13 maggio 1948 e il secondo sulla linea passeggeri Trieste – Pireo – Istanbul - Izmir. Successivamente, congiuntamente alla “Filippo Grimani”, effettuò viaggi pendolari da Trieste e Genova alternandosi sulle linee Palestina, Istanbul e permettendo la restituzione della “Giosuè Borsi”alla Tirrenia. La M/n “Barletta”, affondata a Bari il 3 dicembre 1943 per incursione aerea, fu recuperata nel 1948 e rimodernata a Trieste presso l’Arsenale Triestino dove fu allestita e consegnata nel settembre 1949, aprendo la linea passeggeri: Trieste – Venezia – Pireo – Istanbul – Izmir il 30 dello stesso mese. Nel corso del 1948-1949 vennero acquistati dagli Stati Uniti tre piroscafi da carico “tipo N3” “Treviso” (ex ”Samuel Sammuels”) di 1885 tsl costruito a Duluth nel 1944 e consegnato nel 1948, “Belluno” (ex ”Ephraim Harding”) di 1886 tsl costruito a Westnego nel 1945 e consegnato nel marzo 1949, e “Rovigo” (ex ”Gorge W Brown”) di 1870 tsl costruito a Duluth. Nel 1944 e consegnato nell’aprile 1949 vennero addibiti alle linee commerciali del Levante unitamente alla “Carso” noleggiata dal Lloyd Triestino di Trieste. Infine venne ricuperata l’”Ausonia”, affondata il 16 settembre 1944 nel bacino di allestimento, che giaceva su un fianco nel bacino di Monfalcone. Radrizzata nel 1947 dalla ditta Co.ri.sa di Venezia venne completato l’allestimento e ribattezzata “Esperia” poco prima della consegna. Effettuò il suo primo viaggio per Alessandria d’Egitto e Beirut da Trieste e Venezia il 30 aprile 1949 alternando poi le partenze da Genova e da Trieste, con l’entrata in servizio fu restituito alla Tirrenia il P.fo “Argentina” e il trasferimento del P.fo “Diana” alla linea della Siria. Nel 1950 le linee con le relative unità impiegate :
Linea espresso Italia – Egitto : Esperia
Linea mista Siria : Diana
Linea Italia – Grecia – Cipro - Israele : Filippo Grimani
Linea Italia – Pireo – Istanbul - Izmir : Barletta
Commerciale Egeo - Turchia : Loredan e Carso ed unità a noleggio
Commerciale Siria : Rovigo, Belluno e Treviso
Noleggiati al Lloyd Triestino : Assiria e Gerusalemme
Le Motonavi da carico “Udine” e “Vicenza”, la prima varata a Trieste e la seconda al Muggiano e consegnate a giugno e novembre 1950, vennero immesse sulla linea commerciale Levante e dell’Egeo permettendo così la restituzione delle unità noleggiate. Su progetto della M/n “Calino” dell’anteguerra, a Livorno vennero progettate due motonavi miste. “Enotria”, varata il 3 dicembre 1950 e consegnata nel dicembre 1951, entrò in linea compiendo il viaggio inaugurale il 5 gennaio 1952 da Genova per Alessandria d’Egitto e Beirut a cui seguì la partenza da Trieste per la stessa linea il 18 gennaio 1952 alternando le partenze dal Tirreno e dall’Adriatico. Presso i Cantieri Navali di Taranto venne costruita la gemella “Messapia”, varata il 23 marzo 1952 e consegnata a novembre 1952 e immessa sulla linea Trieste - Venezia - Brindisi - Pireo - Limassol ed Haifa. Nel corso del 1953 fu possibile spostare la “Filippo Grimani” alla linea Genova - Istanbul e i P.fi “Campidoglio” e “Assiria” sulle linee miste del Levante. Nel 1956 venne venduto il P.fo liberty “Assiria“ a EV Parodi prendendo il nome di “Roberto Parodi”; entrarono in servizio le due motonavi gemelle dal novembre 1956: la “San Marco” e la “San Giorgio”, varate rispettivamente il 29 gennaio e 19 marzo 1956 e immesse sulla linea celere Italia – Grecia - Istanbul e Izmir, con partenze alternate da Trieste e da Genova. Dopo i primi viaggi vennero sostituiti gli ingombranti fumaioli di progetto con altri più aerodinamici. Il 5 agosto 1956 venne varata l’”Ausonia” e immessa nel mese di ottobre 1957 sulla linea celere Italia - Alessandria d’Egitto - Beirut. Nell’estate del 1956 venne noleggiata la M/n “Pola” per il servizio alle Isole Tremiti. Nel 1957 la “Barletta” sostituisce la “Civitavecchia” sulla linea stagionale turistica per Dalmazia e Grecia, la “Filippo Grimani” viene tenuta come unità di riserva e nell’agosto 1958 viene ceduta alla Tirrenia di Napoli prendendo il nome di “Città di Tripoli”. Il P.fo “Abbazia” viene venduto alla Società Ameritalia di Trieste che lo impiega come nave da carico per viaggi liberi. La “Carso” viene resa al Lloyd Triestino e quindi venduta ad armatori liberiani. Nel 1958 vennero costruite tre unità passeggeri-carico a Livorno: la M/n “Bernina” varata il 1 giugno 1958, la “Brennero” varata il 20 luglio 1958 e, a Monfalcone, la “Stelvio” varata il 6 luglio 1958. Le navi furono impiegate sulla linea: Trieste, Venezia, Bari, Alessandria d’Egitto, Port Said, Beirut, Famagosta, Lattakia, Mersina, Rodi, Creta, Izmir, Pireo, Napoli, Barcellona, Marsiglia e Genova, Livorno, Napoli, Catania e ritorno. La “Stelvio” bloccata nel porto di Alessandria d’Egitto in data 25 luglio 1959 per collisione fu rimorchiata a Monfalcone per le riparazioni riprendendo il mare l’anno successivo. Nel 1961 la “Campidoglio” venne venduta per demolizione, la “Treviso” venduta a G. Coppola, la “Belluno” venduta alla Tirrenia di Navigazione e la “Rovigo” disarmata e demolita a Trieste nel 1963. Il 27 maggio 1961 entrò in linea il traghetto “Appia” sulla linea stagionale: Brindisi - Corfù - Igoumenitsa e Patrasso. Il 28 aprile 1962 venne varata la motonave “Illiria” entrata poi in servizio sulla linea quindicinale: Trieste, Venezia, Ancona, Zara, Dubrovnik, Bari, Corfù, Katakolon, Rodi, Creta, Nauplia, Pireo, Itea, Bari, Cattaro, Dubrovnik, Split, Ancona, Venezia e Trieste in sostituzione della M/n “Barletta” disarmata e poi demolita a Trieste. Il 29 dicembre 1962 venne varata la M/n da carico “Palladio” consegnata in data 18 gennaio 1963 per la linea commerciale Porti Egeo, Istanbul e Smirne con partenze quindicinali alternate da Trieste e Genova. Nell’inverno 1963 il traghetto “Appia” venne noleggiata alla Tirrenia di Napoli per alcuni viaggi sperimentali tra Genova e Porto Torres. Nel 1964 viene acquistato l’aliscafo “Nibbio” per la linea delle Isole Tremiti. Il 10 Novembre 1964 venne varata la motonave passeggeri “Daunia”, impiegata da Manfredonia per Vieste, Peschici, Rodi Garganico, Termoli e Tremiti, consegnata nel novembre 1965. Nel 1971, dando il via all’ammodernamento delle linee, vennero venduti per demolizione il P.fo “Loredan” e le M/n “Udine“ e “Vicenza” alla Terrestre Marittima di La Spezia e noleggiate le motonavi “Indiana” e “Bonmar”. Il 28 settembre e 16 ottobre 1972 vennero noleggiati per la linea del Levante i traghetti merci “Corriere del Sud” e “Corriere dell’Est” con velocità 20 nodi impiegati da Venezia - Marghera per Pireo, Famagosta, Lattakia, Mersina, Izmir e Trieste. Dal 9 gennaio 1974 al 18 febbraio 1974 il traghetto “Appia” ha compiuto tre viaggi straordinari da Trieste e Venezia per Brindisi, Beirut, Famagosta, Smirne, Bari e Venezia in sostituzione della T/n “Ausonia”. Il 1 febbraio 1974 venne venduta per demolizione la M/n “Esperia” sostituita sulla linea celere dalla motonave “Victoria” acquistata dal Lloyd Triestino. Nel 1974 venne noleggiata dalla Trans Tirreno Express di Cagliari (arm. Maglieviras) il traghetto misto “Espresso Cagliari” entrando in servizio in data 29 giugno 1974 da Ancona per Corinto e Heraklion (Creta) e dal 13 dicembre 1974 da Venezia per Pireo e Alessandria d’Egitto. Nel 1974 viene acquistata la “Corriere del Sud” per la linea del Levante. Il 14 giugno 1974 vengono acquistati dai Cantieri Luigi Orlando di Livorno i traghetti-merci “Corriere dell’Ovest”, completata il 24 giugno 1975, e la gemella “Corriere del Nord”, entrata in servizio nell’ottobre 1975, leggermente più grandi e iniziate in proprio dal Cantiere, rinnovando così la linea Levante e Grecia.
Pagina 1 2 3
A cura di: Maurizio Gadda