Homepage Armatori Italiano English Française
Italian Maritime Academy (IMA) ed Italian Maritime Academy Technologies (IMAT)
Picciotto
Cultura Navale
Collegio Nazionale Capitani Lungo Corso e Macchina
Daniele Alletto
Maxi-web.it
Air Naval
navichepassione
Torre d'aMare
ATENA
Caremar S.p.A.
S.P.A N. Società Partenopea Anonima di Navigazione di Napoli (1925 – 1975) - Ca.Re.Mar . Campania Regionale Marittima (1975)
La ristrutturazione dei servizi locali fu attuata dalla legge del 24 dicembre 1974 n. 684 e con D.P.R. n. 208 del 13 gennaio 1975 venne approvata una convenzione aggiuntiva che prorogava al 31 dicembre 1975 l’esercizio dei servizi marittimi sovvenzionati alla S.P.A.N., mentre con legge n. 169 del 19 maggio 1975 si provvide al nuovo assetto dei servizi affidando la gestione agli enti regionali e costituendo tre nuove società con capitale 51% della Tirrenia e 49% dalle società sino a allora assegnatarie dei servizi.

Il 5 novembre 1975 venne costituita la Ca.Re.Mar., Campania Regionale Marittima S.p.A. Dalla Società Partenopea Anonima di Navigazione ricevette la flotta: “Capri” ("Cuma" dal 1979), “ Equa”, “Città di Meta” nonché le motonavi “Epomeo Primo”, ”Falerno”, ”Mergellina”, ”Isola di Ponza”, “Isola di Procida”, “ Partenope” e “Tragara”. Vennero invece cedute le vecchie navi: la “Città di Abbazia” ai fratelli Aponte pur rimanendo saltuariamente noleggiata alla Caremar; la “Città di Sorrento” venne ceduta al Gruppo Sorrentino di Navigazione per essere demolita quattro anni dopo. Nello stesso tempo fu posta in liquidazione la Società Armanavi e le sue navi vendute: ”Città di Amalfi” a A. Bellantonio e F. Coco di Napoli.

A novembre 1977 entrò in linea l’aliscafo “Albireo” da 140 persone e 31 nodi; gli aliscafi “Algol” e “Alioth”, da 168 passeggeri e 36 nodi, iniziarono l’esercizio rispettivamente nel luglio 1978 e nel luglio 1979; vennero ordinati nello stesso periodo ai Cantieri Luigi Orlando una serie di nuovi traghetti; il primo fu il “Sibilla” impostato il 30 giugno 1978 e varato il 21 dicembre 1978 entrando in servizio nel luglio 1979. Seguirono il “Quirino” nel novembre 1979, il “Naiade” (sub commissionato ai Nuovi Cantieri Apuania di Marina di Carrara) nel febbraio 1980, l'“Adeona” nel giugno 1980, il ”Driade” nell'ottobre 1980, il “Fauno“ nel febbraio 1981 e il “Vesta” nel giugno 1981.

Con la progressiva entrata in linea delle nuove unità cominciarono a essere alienate le unità convenzionali. Nel 1980 “Equa” venduta a Raffaele Savarese e la motonave “Mergellina” agli Aponte; nel 1981 “Epomeo Primo” alla Vetor S.r.l. di Anzio, le motonavi “Tragara” e “Isola di Procida” rispettivamente alla Alisur SA di Malaga prendendo il nome “Alisur Rojo” e alla Alioth S.p.A. di Patti Marina con il nome di “Isola del Sole”. Nel 1982 la motonave “Partenope” fu ceduta alla SO.PRO.MAR S.p.a. di Napoli, ribattezzata “Minerva” e trasformata in unità per ricerche oceanografiche. Nel 1980 l’“Isola d’Elba” fu trasferita dalla Toremar alla Caremar in sostituzione della “Adeona”, noleggiata per un anno alla Siremar di Palermo. L’”Adeona” venne restituita nel dicembre 1984 mentre veniva alienato il traghetto “Isola d’Elba”, ceduto alla Roseways Co Ltd di Pireo prendendo il nome di "Corfù Rose" battente bandiera maltese.

Nel 1986 entra in linea l’aliscafo “ Alnilam”, seguito nel 1987 dall'“Aldebaran”. Nel 1991 “Vesta” viene ceduto alla Saremar di Cagliari e nel 1993 viene acquisito il catamarano di costruzione Rodriguez “Achenar”. Nel 1996 viene acquistato dalla Saremar il monocarena “Isola di S.Pietro” e nel 1998 vengono ceduti alla Siremar di Palermo gli aliscafi “Alioth” e “Albireo”. Nel periodo 1998-1999 entrano in linea i nuovi mezzi veloci tipo TMV denominati “Isola di Capri” e “Isola di Procida”. Nel 1999 viene ceduto alla Siremar l’aliscafo “Algol”.

Nel 2005 viene consegnato il Foilmaster “Calypso”, poi noleggiato alla Siremar di Palermo. Nel 2006 viene acquistato dalla Adriatica l’aliscafo “Monte Gargano”. Nel 2007 viene ceduto alla Siremar di Palermo l’aliscafo Foilmaster “Calypso”.
Pagina 1 2
A cura di: Maurizio Gadda