Homepage Armatori Italiano English Française
Italian Maritime Academy (IMA) ed Italian Maritime Academy Technologies (IMAT)
Picciotto
Cultura Navale
Collegio Nazionale Capitani Lungo Corso e Macchina
Daniele Alletto
Maxi-web.it
Air Naval
navichepassione
Torre d'aMare
ATENA
Moby S.p.a.
NAVARMA Navigazione Arcipelago Maddalenino S.p.A. – MOBY TRADER – MOBY LINES
Nel 2001 viene fondata la Società Moby Lines, a cui vengono conferite tutte le unità di Onorato. Il 7 aprile la ditta veneziana di catering Ligabue ottiene il rinnovo del contratto di ristorazione e la gestione dei negozi a bordo delle navi Moby. Dalla Corea vengono consegnati i nuovi traghetti “Moby Wonder” (presentato a Genova il 5 giugno 2001) e “Moby Freedom”; viene ceduta la “Sardegna Bella” per demolizione in Turchia. In seguito dell’accordo con la Warner Bros. sulle fiancate delle navi vengono disegnate, nell’inverno tra il 2001 e 2002, alcuni personaggi dei Looney Tunes (Gatto Silvestro, Titti, Taz, Duffy Duck, Willy il Coyote e Bugs Bunny). Intanto, la “Moby Lally”, con l’entrata in linea nei collegamenti Civitavecchia –Olbia delle gemelle coreane, passa ai collegamenti con l’Elba. In occasione della chiusura del Porto di Genova per il G8, le partenze e gli arrivi del porto ligure nei giorni 18-22 luglio, vengono trasferite a Livorno.

Nel 2002, “Moby Love 2 “assume il nome “Moby Love” , e viene ceduta la “Città di Piombino” a Lauro & Giuffrè entrando in servizio nel Golfo di Napoli. La “Moby King” parte per la demolizione ad Aliaga, in Turchia. A febbraio viene ceduto al fondo Equinox il 14.3% della società dopo l’ aumento di capitale societario.

Nel 2003, il 12 settembre, la “Moby Magic”, partita da Livorno alle ore 10 e attesa ad Olbia alle 19.00, con a bordo 85 passeggeri e 80 persone di equipaggio, urta il fondale nei pressi della costa sarda subendo ingenti danni e imbarcando acqua in sala macchine. L’incidente induce la compagnia a sostituire la nave, essendo i costi da sopportare per le riparazioni antieconomici. Viene acquistata dalla DFDS la “Prince of Scandinavia”, ribattezzata “Moby Drea”: nave da 1800 pax, 500 auto e una velocità di 25 nodi. I lavori di ristrutturazione completa tecnico-strutturale vengono eseguiti presso i Cantieri Mariotti di Genova. Vengono cedute la”Moby Blu” e “Moby Gum” per demolizione in Turchia, prendendo i nomi di “Moby B” l’11 ottobre e “Moby G” in data 15 marzo 2004.

Il bilancio 2003 viene chiuso con un utile netto di 8,1 milioni di euro su ricavi per 120,7 milioni di euro (+5.7%). Vengono incorporate nel Gruppo la Rimorchiatori Sardi, società di rimorchio e salvataggio, e la Navarma con Aumento di capitale della Moby Lines a 5 milioni e mezzo di euro, portandolo da 23,5 a 29 milioni di euro. L'incorporazione con la Rimorchiatori Sardi, un’azienda che dispone di 22 rimorchiatori, determinerà anche un risparmio sulle spese organizzative e di gestione, oltre a portare nuove opportunità in termini di piano industriale. Tra l’altro la Rimorchiatori Sardi genera flussi di cassa stabili che permettono a Moby di normalizzare la stagionalità del busines dei traghetti, essenzialmente concentrato nei mesi estivi. Quella di Navarma è una fusione contabile, dato che Moby ne possedeva già il 100% del capitale, ma la società non era operativa da cinque anni: l’unico asset pregiato è rappresentato dal 6,3% circa di Stazioni Marittime, società genovese controllata dall’autorità portuale e partecipata anche da Costa Crociere, Grandi Navi Veloci e Tirrenia.

Nel 2004, Moby acquisisce il 30% della Società Enermar Traghetti Isole Sarde di Genova. A dicembre la famiglia Onorato accresce la sua quota in Moby; Vincenzo Onorato acquista il 14.3% in mano a Equinox entrato nella Società a febbraio 2002 in occasione aumento di capitale. La famiglia Onorato detiene ora il 91.4% della società, il restante 8.6% è ripartito in egual misura (4,3%) tra AD Efibanca e MPS Venture Sgr, entrate nel 2000 in occasione di aumento di capitale. Nel 2004, a marzo, la Moby acquista il 5% di Solo Merci Autostrade del Mare , società guidata da Cimaschi partecipata da 21 Investiment (Benetton) e Strade Blu.

Nella notte tra il 16 e 17 agosto la “Moby Freedom” riporta un’avaria alle pale dell’elica di sinistra in navigazione da Olbia per Genova ed è costretta a rientrare a velocità ridotta nel porto sardo. Il 18 aprile il collegamento tra Civitavecchia e Olbia viene ripreso con il mezzo veloce “Aries” noleggiato dalla Tirrenia di Napoli sino al 20 agosto, data in cui la “Moby Freedom” rientra in linea dopo le riparazioni. La Società esce dalla Confitarma e a novembre avanza richiesta di risarcimento danni materiali e di immagine alla Rolls Royce per circa 29 milioni di euro, accusando la casa britannica di aver fornito eliche difettose con conseguente rottura della pala dell’elica di sinistra della “Moby Freedom” avvenuta nell’agosto scorso. Il 27 maggio 2004 entra in servizio la “Moby Drea” sulla linea Livorno-Olbia le fiancate, in seguito all’accordo con Warner Bros ,vengono decorate con i personaggi Looney Tunes, così come le fiancate del “Moby Vincent”.

L’esercizio 2004 viene chiuso con un incremento del 12%; sulle rotte sarde i ricavi aggregati sono pari a 148,2 milioni di euro, con un utile netto della divisione cruise-ferry di 9,8 milioni di euro e un incremento del 21,8 %.

Nel 2005 a febbraio vengono sostituite tutte le pale delle eliche alla “Moby Freedom”, fornite dalla Wartsila/Lips. Viene consegnato dalla Fincantieri di Ancona il modernissimo traghetto “Moby Aki”.

Nel 2006, il 21 giugno, la “Moby Fantasy”, partita da Olbia con a bordo 255 passeggeri e 85 persone di equipaggio, entra in collisione con il traghetto Nuraghes della Tirrenia all’interno del Golfo di Olbia, a 4 miglia dal porto di Olbia. La prora apre uno squarcio sulla fiancata del “Nuraghes”, proveniente da Civitavecchia con a bordo 187 passeggeri e 61 membri di equipaggio che tuttavia raggiunge con i propri mezzi il porto di Olbia. La nave Moby subisce l’accartocciamento della prora stessa e squarcio sotto la linea di galleggiamento imbarcando acqua, viene rimorchiata a Golfo Aranci. Messa in sicurezza viene rimorchiata a Napoli per le riparazioni presso i Cantieri Palumbo.

In quello stesso anno, vengono acquistate in Nord Europa la gemella del “Moby Drea”, ribattezzata “Moby Otta”, e in Grecia la “Ariane Palace” della Minoan Lines (1000 passeggeri e 580 auto, al costo di 90 milioni di euro) che prende il nome “Moby Tommy”. Le due navi, dopo estesi lavori a Genova presso le Officine T. Mariotti, entrano in linea a maggio 2007 rispettivamente nei collegamenti tra Livorno e Olbia e Piombino-Olbia.

Il 18 settembre viene acquista la Società “Lloyd Sardegna” dell’armatore Marsano, linee e flotta incluse. A ottobre, il fondo private equità Clessidra acquista il 30,6% di Moby tramite aumento di capitale riservato a Clessidra stessa, volto a finalizzare e sostenere il piano strategico che si realizzerà con l’acquisizione della Lloyd Sardegna e al potenziamento della flotta con l’acquisto di due navi.

Nel 2006 la Società ha registrato ricavi consolidati per 192,3 milioni di euro in crescita del 14.7% sul 2005, toccando un utile netto di 7,4 milioni di euro (11,7 nel 2005), trasportando globalmente 4.350.000 passeggeri con un incremento del 7% rispetto all’anno precedente. Sulle rotte della Sardegna ha raggiunto due milioni di passeggeri con un incremento del 11% rispetto al 2005 e il 38% come quota di mercat; per la Corsica 550.000 passeggeri (+ 3,6%); per l’Elba, infine, 1.800.000 passeggeri trasportati (+ 4%).

Nel 2007 viene ceduta la “Moby Rider” per demolizione. La “Moby Fantasy” rientra in servizio sulla Civitavecchia-Olbia dopo essere stata ricostruita la prora totalmente a Napoli, presso i Cantieri Palumbo, con l’aggiunta di controcarene. Le navi ex LLoyd assumono i colori della Moby con la scritta sulle fincate “Moby Cargo”, escluso i due nuovi “Golfi”. Le navi cambiano così nome:
  • "Golfo degli Angeli" in data 25 maggio 2007 diviene “Maria Grazia On.”;
  • "Golfo del Sole" in data 23 aprile 2007 diviene “Eliana M”;
  • "Isola delle Stelle" in data 16 aprile 2007 diviene “Luigi Pa”;
  • "Isola delle Perle" in data 23 aprile diviene 2007 “Giuseppe Sa”.


La “Golfo Aranci” mantiene il nome e viene ceduta ad aprile alla Grimaldi di Napoli per 64 milioni di euro (83 milioni di dollari USA), arrivando a Genova il 24 maggio alle ore 16.35 proveniente da Piombino passando al nuovo armatore e assumendo il nome di “Florencia”.

Viene aperta a maggio la nuova linea giornaliera tra Genova e Porto Torres a cui viene destinata la “Moby Drea”. Il collegamento tra Piombino e Olbia, acquisito con il Lloyd Sardegna, viene ottimizzato inserendo la “Moby Tommy” e mantenendo l’ex “Golfo degli Angeli”, ora “Maria Grazia On.”. L’”Elba Prima” viene venduta e parte da Livorno per la Turchia il 24 maggio 2007.
Pagina 1 2
A cura di: Maurizio Gadda