Homepage Armatori Italiano English Française
Italian Maritime Academy (IMA) ed Italian Maritime Academy Technologies (IMAT)
Picciotto
Cultura Navale
Collegio Nazionale Capitani Lungo Corso e Macchina
Daniele Alletto
Maxi-web.it
Air Naval
navichepassione
Torre d'aMare
ATENA
Ustica Lines S.p.a
Fondata nel 1993 la società con un capitale di 100 milioni di lire pone la sede a Trapani. Nel 1994 inizia l'attività di trasporti veloci via mare sulle rotte Napoli - Ustica - Favignana e Trapani - Pantelleria - Kelibia (Tunisia) con l'aliscafo noleggiato "Fast Blu" tipo RHS 150 della capacità di 150 passeggeri. Nel 1995 si aggiunge una nuova linea regolare : Lampedusa - Linosa sovvenzionata dalla Regione Sicilia , viene acquistato l'aliscafo "Spargi" tipo RHS 140 con una capacità di 129 passeggeri e velocità 33 nodi. Viene effettuato l'aumento di capitale a 1,7 miliardi e la sede Sociale viene trasferita a Napoli.

Nel 1996 viene aperta una nuova linea a carattere annuale : Trapani -Isole Egadi e vengono acquistati due aliscafi tipo RHS 160 con velocità 33 nodi ed una capacità di 170 passeggeri: "Linosa" e "Calarossa". La Società acquista inoltre una nuova costruzione, l'avveniristico "Eduardo M", varato a giugno presso i Cantieri Rodriguez di Messina; madrina la signora Claudia Morace. Viene aumentato il capitale societario a 3 miliardi e la società trasformata in S.p.a. Nel 1997 il nuovissimo "Eduardo M" si distingue per velocità e confort, raccogliendo ampi consensi presso l'utenza. La Società acquista il 33% del pacchetto azionario del prestigioso Cantiere Rodriquez di Messina, pioniere nella costruzione di aliscafi e navi veloci. Nel 1998 la Sede societaria viene trasferita a Messina e, a seguito dell'enorme successo ottenuto dall' "Eduardo M", viene sottoscritto un contratto per la costruzione di un secondo aliscafo tipo Foilmaster.

Nel 1999, a marzo, viene varato il nuovo aliscafo denominato "Adriana M", Madrina è la signora Anna Maria Morace. L'aliscafo, con una capacità di 240 passeggeri e velocità 40 nodi, viene impiegato sulla linea Trapani - Isole Egadi incrementando le corse ed ottenendo un notevole aumento dei passeggeri trasportati. La sede operativa e legale ritorna a Trapani e inizia un nuovo collegamento: Palermo - Terrasini - San Vito lo Capo - Isole Egadi che riscuote un notevole successo pur essendo realizzato con un piccolo aliscafo, lo "Spargi", che svolge il servizio in perfetta efficienza. Sempre in quello stesso anno, viene ricostruito e riammodernato il “Calarossa”.

Nel 2000, in seguito a richiesta di un notevole numero di utenti, la Società inizia il 15 marzo un collegamento a mezzo aliscafo tra Marsala e Isole Egadi impiegando l'appena citato "Calarossa". Vengono acquistati due aliscafi, il "Cris M" e "Fiammetta M": due RHS 160 F con velocità 34 nodi e 210 passeggeri. Il "Cris M" viene impegnato sulla linea Marsala -Isole Egadi ed il "Fiammetta M" rafforza i collegamenti con Pantelleria che da quadrisettimanali diventano giornalieri. A dicembre la società firma un contratto per la costruzione di un terzo aliscafo tipo Foilmaster. Viene ricostruito e riammodernato, sempre nel 2000, il “Linosa”.

Nel 2001 apre una nuova linea collegando giornalmente Pola(Croazia) e Trieste; il servizio viene effettuato con l'aliscafo tipo RHS 160F "Calarossa". L'iniziativa è accolta con grande entusiasmo: viene costituita la società "Trieste Lines Srl" con partecipazione maggioritaria della Ustica Lines. Intanto, i collegamenti con l'Isola di Marettimo vengono incrementati con partenze plurigiornaliere da Trapani e Marsala, vengono acquistati due catamarani costruiti nel 1997 a Singapore con velocità 32 nodi e capacità 276 passeggeri denominati "Gianluca M" e "Vittoria M".

La flotta sociale cresce da 8 a 10 unità. La società firma un contratto con i Cantieri Rodriquez per la costruzione del quarto aliscafo tipo Foilmaster. Nel 2002, a seguito del bando di gara indetto dal Governo delle Isole Canarie alla affiliata Compagnia Garajonay Express s.l., viene assegnato il contributo per la linea tra Tenerife (Cristianos) e Gomera. Il "Gabriele M" viene ribattezzato "Garajonay"; il "Vittoria M" viene utilizzato in una nuova rotta nel Nord Adriatico fra Venezia e i porti della Croazia, quindi ribattezzato "Orone" viene riposizionato alle Isole Canarie prendendo; anch'esso, come il "Garajonay", prende la bandiera spagnola. Il 6 novembre inizia la nuova linea fra le due isole Canarie, riscuotendo un successo oltre ogni aspettativa. Nei mesi di novembre e dicembre la società acquista nelle lontane Filippine due catamarani HSC, ribattezzati "Gabriele M" e "Federica M", anch'essi dotati di stabilizzatori. Nel mese di dicembre alla società vengono aggiudicate le linee da e per Ustica e la linea che collega Trapani a Pantelleria, a seguito gara a carattere Europeo indetta dalla Regione Sicilia. Entra in linea il quarto Foilmaster nominato "Natalie M", aprendo la nuova linea Porto Empedocle - Linosa - Lampedusa. Lo "Spargi" viene utilizzato nel servizio interisole tra Lampedusa e Linosa.

Nel 2003, a gennaio, viene firmato un contratto con il cantiere australiano Wayema per la costruzione di un monocarena da 37 metri, capacità 310 passeggeri e velocità 31 nodi. Dalle Filippine, imbarcati su un ponte di una nave speciale, arrivano a Trapani a febbraio i due catamarani acquistati nel corso del mese di dicembre, iniziando i lavori immediatamente di adeguamento e riclassifica. Sulla linea interisole Lampedusa - Linosa viene impiegato il "Cris M". Il nuovo aliscafo Foilmaster viene preso in consegna dai Cantieri Rodriquez a giugno e battezzato "Ettore M", sostituendo il "Natalie M" sulla Porto Empedocle - Linosa - Lampedusa.

Sempre a giugno arriva dall'Australia, imbarcato sul ponte di una nave, il nuovo monocarena "Gianluca M". Quest'ultimo inizia la nuova linea da Patti per le Isole Eolie che viene interrotta dopo pochi giorni a causa di un'avaria causata da improvviso cattivo tempo mentre era ormeggiato di notte alla banchina di Patti non protetta dalle intemperie. La linea viene quindi abbandonata a causa di mancanza di strutture portuali. A novembre alla società vengono aggiudicate le linee da e per le Isole Eolie a seguito di un ulteriore Bando della Regione Sicilia. L'Ustica Lines ha così visto premiato il suo costante impegno nel mantenere la flotta tra le più moderne e sicure del mondo annoverando, oltre 5 aliscafi, 9 unità età media inferiore a 3,5 anni e conformi al codice di sicurezza HSC.

Nel mese di maggio del 2004 la Società acquista la flotta SNAV impiegata nei collegamenti con le Isole Eolie conseguente al contratto con la Regione Sicilia. Vengono acquistati così tre catamarani, uno DSC ("Snav Aquarius") e gli altri due HSC ("Snav Aldebaran" e "Snav Orion", quest'ultimo ribattezzato "Ferndinando M"), oltre a cinque aliscafi tipo 160 F ( "Alijumbo Eolie", "Alijumbo Stromboli", "Moretto I", "Citti Ship" e "Alijumbo Zibibbo"). Il primo giugno iniziano i collegamenti da e per le Isole Eolie con partenza da Milazzo, Messina, Napoli e Palermo. Dal 1 luglio al 31 agosto vengono attivate la linea giornaliera Terrasini - Ustica e Terrasini - S.Vito Lo Capo - Favignana; dal 1 giugno al 30 settembre la linea trisettimanale Trapani- Favignana - Levanzo - Ustica - Napoli. Inizia un graduale aumento del costo del gasolio a livello mondiale. Nel 2005 l'aumento graduale e costante del costo del gasolio caratterizza in negativo quest'anno. L'aliscafo "Spargi" viene ceduto a maggio alla Società Alimare srl di Reggio Calabria. Dal 15 giugno al 15 settembre viene noleggiato sempre alla Alimare s.r.l. l'aliscafo "Calarossa" per i collegamenti tra Reggio Calabria (aeroporto) - Taormina, e Messina - Isole Eolie.

La Società acquista inoltre il catamarano "Millenium Star", che prende il nome "Vittoria M", per riaprire i collegamenti da Trieste per la Croazia. Tale programma viene rinviato a causa della decisione della regione Friuli Venezia Giulia di emanare un bando di gara Europeo per l'ammissione a contributo di una linea per la Slovena e Croazia. Nel frattempo il catamarano "Vittoria M" viene impiegato nel settore delle Isole Egadi. Iniziano la manutenzione alla flotta acquistata dalla SNAV acquistando quattro motori nuovi e riportando a ore zero altri sei.

Per realizzare un nuovo progetto: "Crociere intorno alla Sicilia", viene acquistato ad agosto il catamarano "Rivage Saint Martin", ribattezzato "Ammarì" e costruito nel 2000 da cantieri australiani. Vengono effettuati diversi lavori di ammodernamento delle cabine,del ristorante, del Ponte Sole della nave per incrementare il suo alto standard.

Nel 2006 un evento straordinario coinvolge Trapani, il suo porto e la città vengono effettuate le regate veliche legate all'American Cup. L'"Ammarì" viene noleggiato iniziando la sua attività. Dal 15 maggio iniziano le Crociere intorno alla Sicilia. Nei primi giorni del 2006 viene acquistata dalla Si.Re.Mar di Palermo il traghetto "Vittore Carpaccio", che già a maggio viene impiegata, dopo lavori eseguiti a Napoli, sulla nuova linea Trapani - Tunisi e Trapani - Sousse con il nuovo nome di "Gianni Morace". A luglio viene aperto con il "Fiammetta M" il collegamento Trapani - Pantelleria - Hammamet e successivamente viene aperto il collegamento estivo Marsala - Pantelleria - Hammamet, il servizio viene effettuato sino al 31 agosto. Entra in linea a giugno il primo dei due nuovi Foilmaster ordinati ai Cantieri Rodriguez di Messina: il "Mirella Morace".

Nel primi giorni del 2007 viene acquistato il catamarano norvegese "Dauphner", ribattezzato "Ammari". Il 19 febbraio viene ceduto alla società Australiana Riverside Marine il precedente "Ammarì" prendendo il nome di "Fantasea Ammari". Viene consegnato il secondo Foilmaster battezzato “Gigliola M“. A giugno viene acquistato dal gruppo egiziano El Salam il traghetto ro-ro “Guido” (ex “Campania” della Tirrenia di Napoli) del 1980, capacità 1596 metri lineari di carico oppure 426 containers e velocità 20 nodi; ribattezzato “Carlo Morace”, viene impiegato nei collegamenti tra Trapani e Livorno. Il 16 luglio il catamarano “Ammarì” viene ceduto alla spagnola Sercomisa, passando alla bandiera spagnola e prendendo il nome di “Espalmador Jet”. L'ultimo acquisto della Ustica Lines è l'ex traghetto ro-ro “Patricia del Mar” della spagnola Iscomar, del 1976, capacità 171 autisti e 1255 metri lineari, velocità di 19 nodi e ribattezzato “Ammarì”.
Pagina 1
A cura di: Maurizio Gadda